Filosofia

filosofia lm consult

L´attuale situazione delle Piccole e Medie Imprese è caratterizzata da una crescente difficoltà di accesso al credito, dovuta principalmente al basso livello di capitalizzazione e al difficile contesto macroeconomico che riduce le opportunità di investimento e accresce il rischio di insolvenza.

In questo contesto il rapporto con gli Istituti di Credito diventa sempre più complesso e articolato: le PMI si interfacciano quotidianamente con gli intermediari bancari relativamente alle tematiche di concessione, gestione e recupero crediti entrando in contatto con una realtà complessa, dove non sempre gli obiettivi convergono e l’utilizzo di strumenti, talvolta di non facile comprensione (es. rating, assorbimenti di capitale, ecc…), ne complicano il dialogo.
All’interno della struttura aziendale e presso i consulenti tradizionali non sono sempre presenti quelle competenze che sarebbero necessarie per relazionarsi efficacemente con le Banche in questo particolare momento.

filosofia lmconsultLe soluzioni di emergenza rappresentano talvolta espedienti utili solo a risolvere le difficoltà nell’immediato ma che rischiano di creare maggiori problematiche alla struttura complessiva dell’azienda.

Al contrario una corretta pianificazione finanziaria facilita l’assunzione di decisioni strategiche e permette di confrontare i diversi approcci di ciascuna banca favorendo l’individuazione delle soluzioni più idonee per l’azienda.
Ciò che emerge chiaramente è, che in un periodo di difficoltà di ricorso al credito la modalità con la quale un Impresa si propone agli Intermediari Bancari e Finanziari diventa uno dei principali fattori critici di successo.

Assume quindi particolare rilievo la figura di quello che può definirsi il Consulente del Credito, rappresentata da professionisti provenienti dal mondo bancario che hanno le competenze e le professionalità per supportare le imprese nel dialogo con il loro partner più importante: la propria Banca.

I VANTAGGI NEL RICORRERE ALLA FIGURA DEL CONSULENTE DEL CREDITO:

  • Miglioramento del rapporto Banca-Impresa
  • Accesso al credito “facilitato”
  • Consapevolezza nella gestione attiva del proprio rating

  • Miglioramento delle condizioni economiche applicate dalla Banca
  • Tempi di risposta ragionevoli
  • Disponibilità di un professionista dedicato alla gestione del rapporto con gli Istituti di Credito

IL METODO DI LAVORO DEL CONSULENTE DEL CREDITO È IMPRONTATO ALLA COLLABORAZIONE:

  • Non si pone in contrasto con le Banche ma è una figura in grado di migliorare il rapporto tra PMI e il Ceto bancario

  • Non è un’alternativa al proprio professionista/commercialista, bensì un partner complementare che ottimizza il lavoro dei professionisti che già lavorano con l’imprenditore